(Da 1 a 20 di 20)  
9 novembre 2011 8:15 - Mobertos
... e ad oggi cosa è successo? A che punto sta il disegno di legge? Grazie per la eventuale risposta a mobertos@gmail.com
2 luglio 2010 8:07 - GPaolo
La prostituzione e' un diritto ed una liberta' da conquistare, dato che del proprio corpo uno ne deve fare cio' che crede e non puo' essere prevaricato o impedito di farne cio' che vuole.
Fatta questa premessa, occorre regolamentare questo lavoro, come gli altri ed ognuno deve avere il posto ove offrirsi e NON sulle strade che e' un luogo deprimente anche per chi lo pratica.
Come e' possibile aprire in ogni luogo, con i premssi speciali, qualsiasi attivita', cosi' deve essere possibile esercitare dove si desidera, il proprio mestiere.
Questa e' vera' liberta', il resto e' stupro, prevaricazione, insomma e' il vero degrado e porcheria sociale !
18 giugno 2010 23:56 - francescomangascia
Anche le escort d'alto bordo, quelle dei manager e quelle dei politici dovranno sottoporsi ai controlli igienico sanitari, o ne saranno esentate, e così interpretando saranno esentate anche dalle tasse? Solo le prostitute del cittadino normale saranno considerate prostitute e quell’altre leESCORT, no? Non è una provocazione, evitiamo sconti, poiché le escort guadagnano bene. Altrimenti si fa un gran puttanata, l’ennesima, che oltre a essere ingiusta nei confronti della prostituta non raccomandata,è moralmente ingiusta anche nei confronti dei clienti. Poiché chi ci si accompagna, è un puttaniere, e tale la sua definizione: sia esso, un operaio un ladro, una spia, un tutore dell’ordine, un giudice, un onorevole, un prete, un cardinale, un vescovo o un manager. Se quanto proposto venisse approvato e poi non si arriverà a denunciare per evasione fiscale quelle prostitute che, si accompagnano a membri del potere, le ESCORT, e non pagano le tasse , il tutto sarà stato inutile oltreché dannoso per quelle puttane che, al contrario di quelle altre mignotte, le imposte le pagano.
18 giugno 2010 17:17 - VIASCACCIA
LEGALIZZALAAAA!!!!
29 giugno 2009 0:00 - Sugar magnolia
X DON ABBONDIO
e' vero la sua presenza in Italia ha evitato guerre e contrasti (tipo l'Irlanda del Nord) pero' credimi, la societa' italiana non si disgregherebbe se il Vaticano fosse fatto sloggiare.
Siamo sempre piu' secolarizzati, anche per colpa loro, sempre piu' lontani dalla societa' reale (soprattutto Ratzinger).
Cmq tu DON ABBONDIO come la pensi??
Credi che le mignotte dovrebbero pagare le tasse ???
O lascieresti tutto nelle mani della criminalita' organizzata ???
26 giugno 2009 0:00 - figli della stessa mamma


Il Paese sta andando a puttane.

Lo psiconano sta andando a puttane.

Andiamo tutti nella stessa direzione, figli delle stesse mamme....
26 giugno 2009 0:00 - Pinetree
ooops volevo dire:

Non si capisce come uno è libero di prostituire il cervello, ma NON si è libero di fare lo stesso con il proprio corpo.

Anzi la prostituzione del cervello viene anche promosso e finanziato.
26 giugno 2009 0:00 - Pinetree
Non si capisce come uno è libero di prostituire il cervello, ma si è libero di fare lo stesso con il proprio corpo.
25 giugno 2009 0:00 - Pinetree
Don Abbondio, dici davvero?
25 giugno 2009 0:00 - DON ABBONDIO
NON OFFENDERE IL PAPA SE MOLTE GUERRE CIVILI SONO STATE EVITTE è GRZIE A LUI LA SUA FIGURA è COSI IMPORTANTE CHE è PARAGONABILE AL BISOGNO DI BERE SE NON BEVI IL CORPO SI DECOMPONE COSI LA SOCIETà
25 giugno 2009 0:00 - Sugar magnolia
Ragazzi mettiamoci in testa che non l'approveranno mai..... questo paese e' troppo ipocrita e moralista e poi abbiamo quella palla al piede del PASTORE TEDESCO che sbraita sull'accoglienza ai migranti............ cazzo li prendesse a P.zza S. Pietro e non rompa piu' i coglioni.
Pero' pensate che gettito fiscale sarebbe per il paese ............... mah'
25 giugno 2009 0:00 - Mavalà!

accidenti! chi l'avrebbe mai immaginato!!!

Il DDL che doveva essere uno dei fiori all'occhiello del governo Berlusconi, sicuramente del ministro per le Pari opportunità Mara Carfagna, che in questi mesi ne ha chiesto a gran voce una celere approvazione.

Ma ora il ddl sulla prostituzione, che prevede il carcere per il cliente che va con una lucciola in luoghi pubblici, è divenuto fonte di profondo imbarazzo per la maggioranza, al punto da dovergli staccare l'etichetta "urgente" e sostituirla con un bel rinvio.

Tutta colpa dell'ormai famosa (e infelice) definizione di Mavalà Ghedini su Berlusconi "utilizzatore finale" delle escort baresi.

Dunque un cliente anche lui, seppure in luoghi chiusi, quindi non punibile.
25 giugno 2009 0:00 - ISAIA KWICK
Speriamo cosi' cosi mi metto a fare il puttano subito.......
Isaia Kwick Zingaro ROM
24 giugno 2009 0:00 - De Pravato
La legge mi sembra che ci voglia, e vada bene.

Posso avere maggiori chiarimenti sull'articolo due?... cioè, in parole povere, i contratti da stipulare in caso di forma dipendente o associata... come vengono fatti?

Perché non si dice nulla circa il tariffario da esporre al pubblico?

E gli aspetti previdenziali ed assistenziali, sono tacitamente inclusi in quelli tributari?
24 giugno 2009 0:00 - Uno di passaggio
Fino a poc'anzi c'era il Vaticano che poteva pesantemente dir la sua contro...ma ora?

Chissà...magari poi i più assidui frequentatori saranno proprio preti, sacerdoti, cardinali, vescovi...

Ed io di sicuro non girerò più l'8 x 1.000 alla chiesa cattolica...per mandarli a scopare con i miei soldi...
24 giugno 2009 0:00 - Pia Covre
OTTIMA proposta senatrice.
Speriamo che gli indecorosi (loro non noi) politici del governo si vergognino a tirar fuori ancora la loro proposta. A questo punto si può davvero credere che la ministra sia stata messa li come quota rosa e selezionata con la metodologia berlusconiana nel mazzo delle frequentatrici di feste...
26 settembre 2008 0:00 - giuseppe50
Al di la dei problemi interni, correlati e conseguenti.
Una cosa è sicura!
Bisogna rendere le città vivibili. Non è possibile trovare strade intasate, parchi e giardini pieni di .... Cosa rispondiamo ai nostri figli che chiedono spiegazioni?
Che la prostituzione è libera.
Saluti-
11 settembre 2008 0:00 - pinetree
Speriamo in bene.

magari un bel 5 miliardi di incasso allo stato, tra IVA 10%, mica vogliamo classificare il sesso un lusso ?
IRPEF, INPS, INAIL, ecc, sono una media di €30.000 all'anno per ogni professionista che devono sborsare allo stato.


10 settembre 2008 0:00 - f
d'accordissimo!!! era l'ora....
9 settembre 2008 0:00 - MIRELLA
Mi sembra che sia l'ora di regolarizzare questo tipo di professionalità. Più ordine, più salute per tutti e, visti gli introiti, che paghino anche le tasse come facciamo tutti noi normali cittadini!
  (Da 1 a 20 di 20)