testata ADUC
Cellulite. Inutili creme e vibratori, attenzione su nuovi metodi con furosemide. Interrogazione
Scarica e stampa il PDF
Notizia di Irene Testa
4 maggio 2009 0:00
 
Come rileva l'Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori), un'indagine condotta dalla fondazione tedesca Warentest, svela come i rimedi comunemente utilizzati contro la cellulite, creme e vibro-massaggiatori, siano nella maggior parte dei casi (la totalita' degli articoli testati) di scarsa efficacia. Il test, scrive l'associazione dei consumatori tedesca sul numero di maggio della sua rivista, ha riguardato otto prodotti cosmetici e due apparecchi: tutti hanno ottenuto un voto "insufficiente". Dopo quattro settimane di prova su un campione di 300 donne, nessuno di questi ha potuto conferire un miglioramento visibile, ne' dimostrabile. Contro la cellulite, fenomeno del tutto naturale e innocuo che pero' nelle donne puo' comportare sofferenze legate all'inestetismo, recentemente e' alla ribalta un nuovo metodo: la crioelettroforesi, con principi medicamentosi (limogene e caffeina) associate a furosemide, che verrebbero fatti passare al di la' dell'epidermide attraverso il freddo. Ma bisogna stare attenti, perche' la furosemide e' un farmaco contro l'edema e puo' avere controindicazioni quali l'ipersensibilita' al prodotto, l'anuria (soppressione della secrezione renale) iposodiemia e ipopotassiemia. Per queste ragioni i senatori Donatella Poretti e Marco Perduca, hanno rivolto un'interrogazione al Ministro del Lavoro, Salute e Politiche Sociali per sapere sia al corrente di tali controindicazioni legate alla somministrazione di questo farmaco e se conferma che siano valide anche per i trattamenti con crioelettroforesi della cellulite. Inoltre, se il Ministero non intenda verificare la reale efficacia di tutti quei prodotti e trattamenti che pubblicizzano effetti benefici contro gli inestetismi da cellulite.  

Qui il testo dell'interrogazione: clicca qui
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori