COMMENTI
  (Da 1 a 6 di 6)  
10 luglio 2013 8:39 - borjes
Credo che chiunque disponga della rete sappia che Ford, già negli anni 30, costruì un'automobile completamente con la cannabis e il motore funzionava con olio di cannabis. Automobile che non aveva nulla da invidiare, come struttura, a quelle moderne. Questo ovviamente creava problemi commerciali alle aziende che producevano ferro e acciaio, ai soliti potenti petrolieri. Quindi si iniziò una feroce campagna denigratoria, assurda e ridicola sulla cannabis, scartando a priori le sue qualità. Con la cannabis si produceva carta, stoffa, si costruivano parti di case, olio combustibile e non e se si riprendesse a produrla, anche lo Stato ne trarrebbe dei benefici. Senza parlare dell'uso terapeutico di tale sostanza che farebbe certamente un danno a tutte quelle multinazionali che producono medicine a base di cannabinolo. Ecco perchè la cannabis è considerata una droga alla stregua dell'eroina e della cocaina. Troppi interessi per una corretta valutazione.
9 novembre 2011 15:18 - pfui!
@Mobertos
Basta che tu vada a leggere il sito del Senato, atti S.132 e S.133.
Se non hai voglia, ecco il riassunto: sono stati assegnati alle commissioni 2^ e 12^ l'1 e il 2 luglio 2008 e da allora non è ancora iniziato il loro esame ( =sono chiusi in un cassetto, e ci resteranno parecchio tempo).

Il Parlamento è leeeeeeeeeeeeeeeento.
Soprattutto quando non c'è da parare il culo al Capo.
9 novembre 2011 8:55 - Mobertos
... ma dal 2008 ad oggi che cosa è successo?
eventuali gradite risposte a mobertos@gmail.com
9 novembre 2011 8:52 - Mobertos
sono profondamente d'accordo sulla provocazione tanto da suggerire un referendum in quanto i NON fumatori sono molto di più dei fumatori... e, voterebbero anche i fumatori che dicono di voler smettere ma che non ce la fanno senza un aiutino esterno, questa si che è provocazione efficace!
15 dicembre 2009 18:17 - lucillafiaccola1796
Quando ci proibiranno di respi rare?
15 dicembre 2009 14:29 - gustavo
Proposta di legge lucida e intelligente.
Peccato che manchi troppo tempo per finirla con questa società ipocrita , contradittoria e bigotta.
Purtroppo chissà quanto tempo ci vorrà, se mai succederà, visto che mancherebbero i proventi per appalti pubblici e privati, mazzette succolente e privilegi di ogni genere.
Intanto si continui a bruciare streghe.
  COMMENTI
  (Da 1 a 6 di 6)